Castellammare del Golfo e Segesta – Dal Mare alla Magna Grecia


Castellammare e Segesta…Tra le varie opportunità che un Viaggio in Sicilia offre al turista, c’è  quella di poter trascorrere una mattinata in una bella e incantevole località di mare ed un pomeriggio in un altro luogo magari nelle immediate  vicinanze, completamente diverso e di grande interesse storico.


Castellammare e Segesta. Golfo di Castellammare con il castello a protezione del golfo.
Golfo di Castellamare

Stiamo parlando di Castellammare e Segesta, quest’ultimo noto sito archeologico. La prima situata direttamente sul mare, l’altra all’interno in una bella zona collinare.


Castellammare e Segesta. Ripresa dall'alto del teatro antico. Foto scattata dal drone.
Il Teatro Antico ripreso dal drone

Castellammare e Segesta


Castellammare del Golfo


Il panorama che si gode dall’alto giungendo a Castellammare, già da solo vale la visita di questa cittadina. La vista sulle case e sul castello a protezione del porto è veramente splendida.

Castellammare e segesta. Particolare del castello a protezione del golfo.
Castellamare del Golfo – Il Castello

Quello di Castellammare del Golfo è un comune della Sicilia tra i più grandi e frequentati dai turisti. Qui fanno base per la bellezza della spiaggia, la movida estiva e la comodità negli spostamenti verso i dintorni.

La cittadina è situata sul golfo omonimo. Grazie al suo porto molto attivo, conserva ancora una vivace attività commerciale. Questo lo si nota anche dai tanti e vari negozi che possiamo ammirare passeggiando nella zona pedonale.

Non mancano i negozi di artigianato locale e quelli di souvenir molto particolari. Tanti sono anche i locali che offrono prodotti tipici.

Girovagando tra vicoli, stradine e scalinate, tra le quali spesso si nascondono locali molto frequentati alla sera, si può scendere verso il porto. Questo è sempre molto animato come una volta, quando questo era il porto di Segesta.

Ed è proprio al porto dove avremo l’imbarazzo della scelta nel trovare il giusto locale per un’ottima cena.

Castellammare e Segesta. Vicoli che vanno verso il porto, con locali.
Vicoli di Castellammare

A proposito di Segesta; lasciamo Castellammare del Golfo per raggiungere proprio questo sito archeologico che si trova a soli pochi km di distanza e che quindi non ce lo possiamo perdere.


Castellammare e Segesta


SEGESTA


Se amate l’archeologia, ma soprattutto se volete provare l’emozione di un salto indietro nel tempo, non perdetevi la visita del Parco Archeologico di Segesta. Questa era una famosa città fondata dagli Elimi, antica popolazione di origine sicula.

Nonostante la vastità dell’area archeologica, le attrazioni più evidenti sono Il Tempio Dorico ed il Teatro Antico, costruito nel III secolo a.C. Ma nuovi scavi sono ancora in atto e l’urbanistica di Segesta è attualmente oggetto di studio.

Contrariamente a quanto si possa pensare, i monumenti non sono di origine greca, ma ugualmente straordinari, così come straordinaria è la loro posizione in modo particolare per quanto riguarda quella  del Tempio Dorico.

Castellammare e Segesta. Il tempio Dorico fotografato con il drone.
Il Tempio Dorico fotografato con il Drone

Stesso discorso vale per il Teatro Antico, abbarbicato in cima a un colle con il proscenio rivolto a nord, in omaggio allo splendido panorama delle colline a perdita d’occhio e del mare in lontananza.


Il Teatro Antico

Ed è proprio il teatro il primo monumento ad essere raggiunto dai turisti. Il monumento può essere raggiunto anche con il bus, scelta consigliata considerando la dura salita ed il caldo estivo, se ci troviamo qui nei mesi di luglio o agosto.

Nonostante sia stato costruito nel terzo secolo a.C.  ancora oggi è ben conservato, e rappresenta in estate una suggestiva cornice agli spettacoli teatrali e musicali.

Castellamare e Segesta. Il teatro Antico visto dall'alto.
Segesta – Il Teatro Antico visto dall’alto.

Terminata la visita del Teatro, si raggiunge il Tempio Dorico. In questo caso ci possiamo spostare anche a piedi visto che il percorso è tutto in discesa…e dobbiamo dire che vale veramente la pena di rinunciare a qualche ora di  mare per ammirare quello che è considerato uno dei Templi più affascinanti e misteriosi della Magna Grecia.


Il Tempio Dorico

Anche questo monumento è stato costruito nel III sec. a.C, quando Segesta era già città libera sotto i Romani.  È considerato uno dei templi più belli del periodo classico, sia per l’ottimo stato di conservazione  che per la sua spettacolare posizione .

Sul basamento del tempio, di circa 60 mt per 26, poggiano 36 massicce colonne alte circa 10 metri, che riescono a sorreggere ancora oggi tutto l’architrave, il fregio e i due timpani.

Castellammare e segesta. Il tempio dorico visto dall'alto col drone.
Segesta – Il Tempio Dorico

Pensate che già oltre duemila anni fa, l’abile architetto che progettò il tempio, adottò diverse raffinatezze come ad esempio la correzione ottica ottenuta mediante una leggera curvatura del basamento.

Quando si contempla questo paesaggio semplice e suggestivo, si sente che lì e soltanto lì, si poteva costruire un tempio greco. I maestri decoratori che insegnarono l’arte all’umanità, dimostrarono, in Sicilia soprattutto, quale scienza profonda e raffinata essi avessero dell’effetto e della scena.

Castellammare e Segesta. L'ottima posizione del Tempio Dorico.
Straordinaria posizione del Tempio Dorico

Castellammare e Segesta – Conclusioni


Riprendendo quindi quanto detto all’inizio, relativamente alle opportunità offerte al turista da questa isola, possiamo affermare che la Sicilia è senza dubbio una delle regioni italiane più sorprendenti, dove oltre alle tante bellissime località con un mare incantevole dai mille colori, la cultura normanna, araba e greco-romana si fonde in meraviglie artistiche senza pari.



Per eventuali contatti inviare email al seguente indirizzo: [email protected]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.