Raganu kalnas – La Collina delle Streghe, un bosco infestato dagli spiriti maligni.

Raganu kalnas, Juodkrantè. La collina delle streghe collegata al paese da un sentiero disseminato da sculture in legno.
Raganu kalnas

Raganu kalnas – Introduzione

Chi ha letto il mio articolo su Neringa, troverà in queste righe un esempio di quanto c’è ancora da vedere e conoscere in questa favolosa, unica e straordinaria penisola lituana chiamata anche penisola dei Curi.

Una volta traghettati da Klaipeda a Smiltyne ed entrati nel parco nazionale di Neringa, il primo paese che incontriamo è Juodkrantè, località di mare e centro di estrazione dell’ambra del paese.

Mappa della Penisola di Neringa detta anche Penisola dei Curi.
Mappa della Penisola di Neringa

La maggior parte delle attrattive di questo borgo è legata al contesto paesaggistico nel quale il paese è inserito.  Ma la prima tappa obbligatoria assolutamente da non perdere è la cosiddetta Raganu kalnas, ovvero la Collina delle Streghe.



Escursione alla Raganu kalnas


Juodkrantè-Raganu Kalnas, la collina delle Streghe.
Ingresso alla Collina delle Streghe

Dal centro del paese si stacca un sentiero che conduce in questo luogo molto amato dai bambini. Si tratta di una sorta di galleria all’aperto, un sentiero di circa 2 Km che si snoda in salita, attraverso i boschi, fino a raggiungere la sommità chiamata appunto la “collina delle streghe”.


E’ praticamente una “galleria” all’aperto di sculture con soggetto comico e grottesco, denominata anche “parco delle sculture”, tutte eseguite rigorosamente in legno da artisti locali. Il parco fu aperto nel 1979 e, come si può capire dal nome, le opere raffigurano sembianze di personaggi descritti nei miti e nelle leggende del luogo, dove le streghe sono spesso le protagoniste.

Raganu kalnas. La panchina delle streghe.
La panchina delle streghe

Si dice che da tempo immemorabile non solo le persone abbiano amato questa montagna, ma anche diavoli e streghe abbiano fatto proprio qui le loro feste.  Ispirato da queste storie, il ranger della foresta di Juodkrantė Jonas Stanius ha avuto l’idea di far rivivere queste vecchie storie e realizzarle sotto forma di sculture. 


Passeggiare per questo sentiero, sarà veramente un’esperienza unica, singolare e rilassante osservando con stupore tutte le varie stravaganti figure che cattureranno la vostra attenzione, strappandovi tanti scatti fotografici.

Una volta tornati in paese, il viaggio potrà continuare verso Pervalka, Preila e Nida, villaggi stupendi di questa terra dall’atmosfera indescrivibile.


Nida. Piccole costruzioni in legno.
Nida-Capoluogo della Penisola

Il video che troverete in questo articolo, è abbastanza datato, non tecnicamente ben fatto, senza commento audio, ma può ugualmente aiutare a renderci conto della “Raganu kalnas”.


Video


Per eventuali contatti inviare email al seguente indirizzo: [email protected]


Precedente Fjällbacka - Un fiabesco villaggio nella costa occidentale della Svezia Successivo Nauplia - Meta obbligata delle tue vacanze nel Peloponneso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.