Kaunas – Il volto autentico della Lituania


Kaunas – INTRODUZIONE


Kaunas: in quanti hanno sentito parlare di questa città?

Per la stragrande maggioranza dei turisti, andare in Lituania significa andare a Vilnius e viceversa. Ma la Lituania non è solo Vilnius.

Esistono anche Klaipeda, Neringa, Panevezys, e pure Kaunas, la ex Capitale dell’ex repubblica Sovietica.

In questo articolo parleremo di Kaunas, una città dal fascino antico e un cuore moderno tipicamente Lituani, come l’atmosfera che vi si respira.

Vilnius, contrariamente a Kaunas, ha connotati più polacchi in quanto è stata, per molto tempo, una città della Polonia con il nome di Vilna.

Kaunas. Tra piazza del municipio e l'inizio della Vilniaus Gatvè, nei pressi della cattedrale.
Tra Piazza del Municipio e la Cattedrale

Seconda città della Lituania, con una popolazione di oltre 400.000 abitanti, Kaunas sorge alla confluenza dei due principali fiumi, il Nemunas e il Neris. Si trova a circa 100 km di distanza da Vilnius e 250 km da Klaipeda, l’unico vero porto della Lituania.

Kaunas è uno di quei luoghi per viaggiatori intenditori.

Ancora poco conosciuta, la seconda maggiore città lituana sta diventando sempre più turisticamente interessante.

Come avviene sempre in questi casi, alcuni vorrebbero salvaguardarla dal turismo di massa, mentre altri esultano per la maggiore possibilità e facilità di poterla conoscere meglio.


CENNI STORICI


La storia della città è un miscuglio negli anni di vicende legate ai Cavalieri Teutonici, alla Lega Anseatica, all’invasione di Napoleone, spartizioni con la Polonia e l’inevitabile occupazione russa, trovandosi la Lituania alla periferia occidentale dell’impero dello Zar.

Kaunas è sempre stata il centro di resistenza nazionale perchè partecipe attivamente alla lotta per la propria identità nazionale.

Nel 1919 i bolscevichi russi invasero Vilnius. Per questo motivo Kaunas diventerà, per vent’anni, la Capitale della Lituania

Il 16 Febbraio 1988 venne celebrato il Giorno dell’Indipendenza proprio nel luogo dove nel maggio del 1972, Romas Kalanta si diede fuoco per protesta contro il regime sovietico.


Kaunas ha diversi quartieri e luoghi interessanti per il visitatore. La città vecchia è stata in gran parte costruita tra il XIV e il XVII secolo, con diversi edifici in stile gotico, rinascimentale e con una tipica architettura barocca. Un tour a piedi è il modo migliore per visitarla.


KAUNAS – VISITA DELLA CITTA’ VECCHIA (Senamiestis)


Vilniaus Gatvè

Il centro storico è la parte della città dove si trovano tutte le maggiori attrazioni da visitare. E’ caratterizzato dalla Vilniaus Gatvè, la lunga via pedonale più antica di Kaunas che collega la parte vecchia e quella nuova della città. All’inizio della strada, in una piazzetta sulla sinistra, si prospetta la Cattedrale.

Kaunas. Vilniaus Gatvè, la strada principale della città, lunga passeggiata.
Vilniaus Gatvè

La via è interamente lastricata con pietre e molto ben tenuta. E’ addobbata con fiori e fiancheggiata da bei palazzi d’epoca, negozi, bar e ristoranti veramente caratteristici.


Kauno Pilis (Castello)

Prima di imboccare la Vilniaus Gatvè e passeggiare tra i palazzi ed i negozi, conviene cominciare la visita della città dal Castello che si trova sulla riva sinistra del Neris.

Purtroppo, della fortezza originaria rimangono solo alcuni tratti delle mura e una torre restaurata.

Ciò nonostante, l’impatto visivo è veramente bello e piacevole. Merita proprio una visita.

Kaunas. Il CAstello con la torre ed alcuni tratti delle mura.
Kauno Pilis (Il Castello)

Dal castello, con una breve passeggiata, si arriva alla punta della penisola dove le acque del fiume Neris confluiscono in quelle del Nemunas, in un ambiente di grande bellezza paesaggistica.


Rotuses Aikstè (Municipio)

Il municipio è chiamato anche il Cigno Bianco grazie al suo colore e la slanciata torre della facciata. Occupa una bella piazza quadrangolare che è il centro del nucleo storico della città. Sulla piazza si affacciano vecchi edifici in stili architettonici tipici delle città Anseatiche.

Kaunas. Municipio detto anche Cigno Bianco per il suo colore e la torre slanciata sulla facciata.
Cigno Bianco(Municipio)

Al civico numero 2 si potrà notare un vecchio edificio. Uuna volta era sede della Gilda. Ora è adibito a in birreria.


Arkikatedra Bazilika (La Cattedrale)

All’inizio della Vilniaus Gatvè, subito fuori dalla piazza del Municipio, si trova la Cattedrale. Questa è la più grande chiesa gotica della Lituania costruita tra il 1408 e 1413.


Album Fotografico


KAUNAS – VISITA DELLA CITTA’ NUOVA (Naujamiestis)


Laisves Aleja

Percorrendo tutta questa lunga arteria, naturale prosecuzione della Vilniaus Gatvè, si arriva alla chiesa Neobizantina di San Michele del 1895. Orginariamente fu costruita come tempio ortodosso per la guarnigione zarista della città e successivamente consacrata in chiesa cattolica nel 1919.

A circa metà del viale, nei giardini della città, si trova la statua commemorativa dello studente Romas Kalanta che proprio in questo punto si dette fuoco in segno di protesta per l’occupazione russa.


Vienybes aikstè

Termina la visita della citta la piazza Vienybes aikstè, la piazza principale della città nuova aperta negli anni ’20 del secolo scorso, ribattezzata al tempo dell’occupazione russa in piazza Lenin. In questo luogo vi sorgono importanti monumenti agli eroi della storia lituana.

Anche a Kaunas non mancano musei importanti come quelli di pittura, di storia, della medicina e farmacia, di storia naturale, un bellissimo museo militare ed un ottimo Skansen ad una ventina di chilometri circa fuori della città.

Una visita imperdibile e dovuta è quella al IX Forte, nella immediata periferia di Kaunas

Kaunas. IX Forte, sullo sfondo monumento ai caduti del campo.
IX Forte

IX Forte


Si tratta di una fortificazione che fa parte della fortezza di Kaunas costruita alla fine del XIX secolo.

Kaunas. IX Forte
IX Forte

Durante l’occupazione sovietica della Lituania tra il 1940 e il 1941 , il IX forte servì dall’NKVD (Commissariato russo del popolo per gli affari interni) per arrestare prigionieri politici nel loro cammino verso i campi di lavoro forzato in Siberia .

Con l’occupazione della Lituania da parte dei tedeschi, il IX Forte servì come base per omicidi di massa .

Almeno 5.000 ebrei lituani furono catturati prevalentemente nel ghetto ebraico della città e, trasportati al forte, furono poi uccisi.

Dopo la seconda guerra mondiale, i sovietici usarono di nuovo il IX Forte come prigione e luogo di tortura. ù

Questa situazione fu mantenuta per molti anni.

Nel 1958, al IX Forte fu istituito un museo. L’anno seguente, la prima mostra fu allestita in quattro celle. Furono esposte notizie di crimini di guerra nazisti e sovietici commessi in Lituania.

Il museo del IX forte contiene collezioni di oggetti e documenti legati sia alle atrocità sovietiche che ai genocidi nazisti. Contiene inoltre materiale relativo alla storia di Kaunas e alla fondazione del forte.

Un memoriale in onore delle vittime del nazismo fu innalzato sul IX Forte dallo scultore A. Ambraziunas. Eretto nel 1984 , il monumento è alto 32 metri.


Kaunas. Monumento ai caduti del campo.
IX Forte – Monumento ai caduti del Campo.

Per eventuali contatti inviare email al seguente indirizzo: [email protected]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.