Nauplia – Meta obbligata delle tue vacanze nel Peloponneso


capitale della Grecia, situata nella regione dell'Argolide alla periferia del Peloponneso.
Bourtzi

NaupliaIntroduzione.

Quando si parla di Grecia, si sentono quasi esclusivamente nominare isole come Zante, Corfù, Cefalonia, Lefkada, Mikonos, Samos, Santorini, Karpathos, Paros e chi più ne ha più ne metta.

Personalmente insisto nell’affermare che la Grecia non è solo Mare e Isole. Non possiamo avere un quadro completo di questo stupendo Paese, senza conoscere almeno una parte del suo territorio continentale.

Nauplia-Mappa della Grecia a testimonianza di quanto sia ampio il territorio continentale da visitare.
Grecia – Mappa

Non vorrei essere frainteso se affermo che, limitandoci alla sola visita delle classiche ed ormai turisticamente sfruttate isole elleniche, abbiamo una falsa immagine della Grecia.  Per cui, oltre alle due ormai consuete e famose città come Atene e Salonicco, dovremmo cominciare a visitarne anche altre come Ioannina, Kalamata, Larissa e Patrasso, allargandoci poi a paesi, cittadine e regioni meno conosciute, ma con la propria fetta di interesse turistico, storico ed artistico come Kalavryta, per la sua singolare ed incredibile ferrovia a cremagliera, Metsovo, la Zagoria, Epidauro, le Meteore ed altre ancora.

Non ho volutamente menzionato un’altra bellissima città ricca di storia, con un bel mare ed attrazioni importanti  nelle immediate vicinanze, come il Teatro di Epidauro, proprio perché è l’oggetto di questo articolo: stiamo parlando di NAUPLIA, in Italiano, o NAFPLIO in Greco .

Nauplia-Piazza Syntagma, la piazza centrale circondata da vecchi e importanti edifici.
Piazza Syntagma

Notizie generali


Nauplia è un comune della Grecia situato nella regione dell’Argolide alla periferia del Peloponneso con poco più di 33.000 abitanti. E’ una vivace città ricca di musei, gioielli architettonici e coronata da imponenti castelli veneziani. E’ facilmente raggiungibile da Atene, distante solo due ore circa di guida, quindi ottima anche per una gita di un solo giorno.

Ritengo però che almeno con un pernottamento, potremmo apprezzare al meglio questa cittadina, quando la sera è caratterizzata da un’atmosfera calda ed accogliente.

Proprio per essere appartenuta nei secoli al dominio prima degli Ottomani e poi dei Veneziani, la città è molto particolare e variegata negli edifici, nei quartieri, nelle piazze e nelle strutture architettoniche in generale, nonché nella cucina, nei colori e nei profumi che si respirano nell’aria.

E’ un luogo pieno di vita che conserva ben vive le sue leggende, con un suo mondo misterioso e affascinante. Chiamata dai Veneziani “la Napoli dell’est”, Nafplio è stata anche la prima capitale dello Stato greco.


Un po’ di Storia


Tra i vari domini ai quali Nauplia è stata sottoposta, uno dei più importanti è stato quello dei Romani e quindi dei Bizantini fino al 1205 per poi essere venduta nel 1388 a Venezia. Attaccata ben quattro volte dagli Ottomani, fu difesa da Greci, Italiani e Albanesi stradioti che la riconsegnarono a Venezia con un trattato del 1503.

Nauplia-Fontana in stile otomana, costruita al tempo dell'invasione degli Ottomani.

Strappata dagli Ottomani ai Veneziani nel 1540, fu da questi riconquistata definitivamente al tempo in cui il Doge di Venezia era Francesco Morosini.

Sotto il dominio veneziano, la città fu oggetto di grandi opere di ricostruzione e fortificazione.

Nel 1829, in occasione dell’indipendenza della Grecia, quando Atene era ancora in mano agli ottomani, Nauplia ebbe l’onore di diventare la prima Capitale del neonato stato ellenico.

Nauplia-Fortificazione veneziana costruita dopo la sconfitta degli ottomani
Fortificazione venezaiana

Cosa vedere a Nauplia


Album Fotografico


La prima attrazione più gratificante sarà sicuramente quella di passeggiare per le stradine della città, tra i tanti negozi particolari e ben curati, attraversare la piazza principale e le varie piazzette guardandoci intorno per ammirare i tanti particolari sparsi un po’ ovunque ed i vecchi palazzi in stile veneziano che fanno da cornice.


Negozi del Centro Storico

Ciò che attrae però immediatamente il turista è l’imponente fortezza di Palamidi.

La fortezza, costruita a tempo di record dai Veneziani, è raggiungibile a piedi (circa un migliaio di scalini…salita consigliata per chi vuol farsi del male) o in auto per una ripida salita piena di curve, con ampio parcheggio nelle vicinanze dell’ingresso.

Passeggiando e curiosando all’interno di questa gigantesca fortificazione, potremo godere di stupende viste panoramiche sula città e sul mare.

Proprio dall’alto di Palamidi si nota ancora meglio la sagoma del Bourtzi, il castello anch’esso veneziano, dove risiedevano i giustizieri dei prigionieri detenuti nel Castello della Fortezza.

Nauplia-Castello di Bourtzi.
Castello di Bourtzi

Altra interessante fortificazione è indubbiamente Akronafplia, l’acropoli di Nafplio, eretta anche questa dai Veneziani su tre livelli, ciascuno con il proprio castello e le proprie mura. Da questa rocca abbiamo la miglior vista sul Bourtzi e sulla sottostante spiaggia di Arvanitias.

Non possiamo infine perderci una bellissima passeggiata sul lungomare di Arvanitia ed all’interno della piazza Syntagma, circondata da molti  edifici storici come il Trianon, il Museo Archeologico e l’edificio della Banca Nazionale di Grecia, costruito negli anni ’30.


Conclusioni


Dedicando una visita a questa città e a questa parte della Grecia, sono certo che rimarrete sorpresi dalla bellezza ed eleganza di Nauplia nonché dalla sua antica, ricca ed interessante storia.

La visita di questa città contribuirà sicuramente ad avere un quadro ancora più completo della Grecia ampliando ulteriormente la conoscenza di questo bellissimo e straordinario Paese che, non dimenticatelo, NON E’ SOLO MARE E ISOLE.

Nauplia - Catsello di Bourtzi
Nauplia – Il Castello di Bourtzi
Precedente Raganu kalnas - La Collina delle Streghe, un bosco infestato dagli spiriti maligni. Successivo Zywkowo - La Capitale delle Cicogne

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.