Grecia – Sintesi dei Viaggi

                                 Sintesi dei Viaggi effettuati in Grecia

Grecia – Sintesi dei Viaggi

Grecia
Grecia – Sintesi dei Viaggi – Un traghetto per l’Isola di Zante

 

A tutto il 2017, i viaggi da me effettuati in Grecia con i propri mezzi, sono stati tre. Il primo viaggio è del 1977 quindi troppo tempo fa, ma mi ha permesso di vedere una Grecia uscita da poco dalla dittatura dei Colonnelli, un viaggio fatto da Brindisi ad Igoumenitsa, poi da qui a Ioannina , Larissa, Salonicco, Atene, Corinto, Nauplia, Porto Heli e imbarco per il ritorno a Patrasso, il tutto con una piccola grande auto: la mitica DYANE 6. Di tutte queste località, le uniche due che mi delusero furono Larissa e Salonicco.

Lago Pamvotis

Il viaggio successivo è stato fatto nel 2010 imbarcandomi ad Ancona per Igoumenitsa, dirigendomi subito a Ioannina dove ho soggiornato un paio di giorni. Ho scoperto un’interessante città ancora in stile ottomano, con un bellissimo lago (Pamvotis) ed il suo isolotto Nissi dove si  trova la casa di Alì Pascià, un tempo dittatore di questa regione; proprio nella sua casa fu ucciso e decapitato.

Grecia
Grecia – Sintesi dei Viaggi – Casa di Alì Pascià

Il tratto di strada tra  Igoumenitsa e Ioannina è abbastanza breve (circa 80 km) così come tra Ioannina e Kalambaka (circa 100 km) dove si trovano le incredibili, stupende ed imperdibili Meteore.Da Kalambaka in breve tempo si raggiunge la regione della Zagoria ,  caratteristica zona ricca di villaggi e ponti in pietra, con la Valle di Vikos, il cui Canyon è menzionato nel libro dei Guinness dei Primati.Da Kalambaka in

 

 

Grecia
Grecia – Sintesi dei Viaggi – Kalambaka – Le Meteore

Album Fotografico delle Meteore

 

Da Kalambaka si raggiunge Atene dopo circa 350 km in un tempo di circa 4 ore. La strada è buona ed a tratti panoramica con viste sul mare nella seconda metà dell’itinerario.

Atene

Dopo una sosta ad Atene di tre giorni, il viaggio prosegue per Nauplia attraversando ovviamente il canale di Corinto e dopo circa 140 km e 2 ore di tempo si raggiunge questa bellissima città un tempo appartenuta ai Turchi e poi ai Veneziani e che è stata addirittura la prima capitale della Grecia.

Decido di attraversare il Peloponneso all’interno per dirigermi in una località di montagna poco conosciuta ( Kalavryta ), ma con una particolarità da non perdere: una linea ferroviaria Kalavryta-Diakoftò a scartamento ridotto e a cremagliera lunga circa 22 km che unisce queste due località, superando in certi punti pendenze anche del 17,5%. Si tratta della più stretta cremagliera dell’Europa che copre una distanza di 22 kilometri con una velocità da 30- a 40 km/h, in linea singola, e da 6 a 15 km nella rotaia dentata. Con un viaggio unico di circa un ora, la cremagliera attraversa la gola del Vouraikos in un paesaggio mozzafiato, con precipizi incredibili. Consiglio di prenotare in tempo per non perdere questa esperienza indimenticabile.

Ponte di Rion

Lasciata Kalavryta dopo circa 260 kilometri e 7 ore di tempo, raggiungiamo l’Isola di Lefkada oggi collegata alla terra ferma da un ponte girevole che evita la seccatura del traghettamento. Per raggiungere l’isola attraversiamo anche il ponte RIO ( Rion Antirion); bellissimo ponte che attrversa il Golfo  di Corinto unendo le due località Rion nel Peloponneso e Antirion nella Grecia, velocizzando quindi le comunicazioni tra le due sponde ed evitando anche qui la necessità del traghetto.

Lefkada è una bellissima isola non  troppo  affollata in estate, facente parte dell’arcipelago delle Isole Ionie, con ottime spiagge e ben collegata, con un servizio molto capillare di  traghetti, anche alle altre isole dell’arcipelago, tra le quali la più vicina Itaca.

Lasciata Lefkada in soli 125 km e due ore di tempo, raggiungo il porto di Igoumenitsa, da dove mi imbarco per il ritorno ad Ancona.

 

Il terzo è datato Luglio 2017, e per questo viaggio è stato scelto un itinerario completamente diverso, tranne che nell’ultimo tratto per la consueta visita ad Atene.

Dopo una bellissima e confortevole traversata, se pur lunga 22 ore, da Ancona a Patrasso con una bellissima nave della Anek Line, una volta sbarcato a Patrasso in soli 75 chilometri e poco meno di un’ora, raggiungo il porto di Killini dove da dove mi imbarco di nuovo per l’Isola di Zante ; anche in questo caso “Traghetto Eccezionale” se pur breve traversata di poco più di un’ora.

Spiaggia del Relitto

Zante, terra natia del  poeta Ugo Foscolo, è un’isola famosa per le tartarughe e le sue bellissime spiagge tra le quali spicca la stupenda Spiaggia del Relitto o del Naufragio.

Dopo un soggiorno nell’isola di 5 giorni, una volta tornato sul continente, mi dirigo a Kalamata distante circa 165 Km, poco più di due ore di viaggio, attraverso paesaggi talvolta selvaggi e aridi, con vecchie linee ferroviarie che fanno ricordare “altri tempi”. La scelta di Kalamata  è stata fatta in funzione del fatto che la città è in una posizione geografica strategicamente adatta per spostarsi agevolmente tra le molte altre località interessanti del Peloponneso meridionale.

Oltre ai bellissimi paesi da visitare, quali Pylos e Korone, non da meno sono le spiagge anche qui bellissime, sempre poco affollate, organizzate in modo essenziale ed a prezzi molto economici; personalmente ritengo che tra tutte risalti, per la sua bellezza ed il contesto paesaggistico, la  spiaggia di Voidokilia.

Spiaggia di Voidokilia

Anche a Kalamata il soggiorno dura cinque giorni e poi mi sposto nell’ Isola di Poros , passando per Nauplia. Dopo un itinerario di circa 230 km arrivo al piccolo porto di Galatas da dove ogni mezz’ora parte un piccolo traghetto che in soli 10 minuti e per pochi Euro ci sbarca sull’isola.

Poros è una piccola isola carina e pittoresca, con spiagge piccole ma molto particolari e molto differenti tra loro, come Love Bay, Russian Bay e la spiaggia del Monastero. E’ consigliabile salire dal lungo mare fino alla Torre dell’Orologio, per ammirare le tipiche abitazioni ed il superbo panorama sul canale.

Teatro di Epidauro

Lasciata l’isola e ritornato sulla terraferma, punto dritto su Atene, ma con una sosta a Epidauro, dopo circa 60 km dal porto di Galatas, per ammirare lo stupendo teatro famoso in tutto il mondo per la sua bellezza e la sua incredibile acustica.

Canale di Corinto

 

Dopo circa 70 km, altra sosta d’obbligo sul canale di Corinto per osservare il passaggio delle navi, e poi via versa l’ultima meta di questo viaggio: Atene .

Da Corinto si raggiunge agevolmente la capitale in circa un’ora, con un tratto di autostrada di 80 km.

Il soggiorno in questa metropoli cosmopolita dal sapore orientale, è di soli tre giorni, sufficienti per vedere gli aspetti più salienti della Capitale, tra i quali l’Acropoli, Anafiotika, la Plaka, il Vecchio Mercato, la parte più moderna e commerciale nei pressi della piazza Sintagma ed il singolare Cambio Della Guardia.

Da Atene in poco più di due ore quasi completamente in autostrada e superstrada, raggiungo il porto di Patrasso da dove m’imbarco per Ancona su  un’altra bellissima nave sempre della Anek Line.

                                      Video del Terzo Viaggio 

 

Note – Avvisi – Consigli – Curiosità

1) Consigliabile prenotare la nave entro il 28 febbbraio per usufruire di interessanti sconti.  La ANEK LINE è un’ottima Compagnia navale con bellissime navi.
2) I prezzi dei ristoranti in generale sono molto più bassi rispetto all’Italia, in modo particolare nel syd del Peloponneso, zona turisticamente meno sfruttata dagli stranieri: un buon pasto completo in un ristorante o  trattoria può variare rispettivamente da 15 a 10  euro compreso caffè e vino.
3) I lettini e l’ombrellone sulle spiagge costano 5 euro al giorno, oppure niente se effettuiate una consumazione.
4) Il gasolio costa circa 1 euro al litro

5) Comprate le olive di  Kalamata che sono ottime, ma non dai baracchini lungo le strade: hanno soffferto il caldo e non sono troppo buone. Per quanto riguarda l’olio, ritengo che quello italiano non abbia  niente da invidiare a quello greco.

6) Ad Atene state particolarmente attenti ai borseggiatori nel quartiere di Monastiraki
7) Il traghetto per l’isola di Poros si può prendere da Galatas, porticciolo dell’omonima cittadina proprio di fronte Poros; i biglietti si fanno sul piazzale prima di imbarcarsi al costo di 5 Euro per l’autovettura ed Euro 0,70 per ogni passeggero solo andata. Durata della traversata 10 minuti.
8) Il traghetto per Zante si prende da Killini ad un costo di circa 90 Euro per un’auto e due persone andata e ritorno. I traghetti sono bellissimi e forniti di ogni tipo di comfort anche se la traversata dura circa un’ora e mezza.
9) Pere chi pensa di recarsi a Poros, è consigliabile una sosta a Nauplia ed una visita ad Epidauro.

Per eventuali contatti inviare email al seguente indirizzo: [email protected]

 





 

 

Precedente Poros - piccola isola incantevole del Golfo Saronico Successivo Scarperia - Piccolo ma interessante borgo fiorentino.

4 commenti su “Grecia – Sintesi dei Viaggi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.