Torun – La città natale di Copernico

Una tra le città più affascinanti d’Europa

Torun – Il Ratusz

Torun è una delle città più belle della Polonia, situata sulla direttrice DanzicaPoznan, lungo il corso del fiume Vistola. La città è uno dei centri più antichi della nazione, uno dei pochi ad essere sopravvissuto intatto ai danni della Seconda Guerra Mondiale. Da quando nel 1997 è stata iscritta dall’Unesco nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, è diventata anche un centro di intenso richiamo turistico. Il centro storico di Torun é uno di quei luoghi da vedere almeno una volta nella vita.

Torun – Rynek Staromiejski


Un po’ di Storia


L’attuale Città Vecchia fu fondata nel 1233 dai Cavalieri Teutonici. Raggiunse il periodo di massimo splendore durante il Medioevo, quando divenne membro della Lega Anseatica. Nel Seicento diventò anche il centro del movimento protestante e nel 1473 diede i natali a Niccolò Copernico, lo scienziato che per primo rivoluzionò la concezione dell’universo, immobile fino allora da migliaia di anni.

Gospoda-Locanda del 1489 la più antica di Torun

Divenuta un’attiva e ricca città commerciale, in virtù anche della sua adesione alla Lega Anseatica, iniziò il suo declino in seguito alle Guerre Svedesi e all’Annessione prima alla Prussia e poi alla Germania. Tornerà ad essere Polacca solo nel 1945 alla fine della II Guerra Mondiale.


La visita della città

Torun – Panorama sulla città e sulla Vistola

La bellezza di Torun si deve in particolare allo Stare Miasto, il Centro Storico, raccolto ancora oggi nella sua tipica atmosfera medievale di un tempo. Infatti qui incontriamo subito le Mura medievali del XIII e XIV secolo, conservatesi per un buon tratto lungo il fiume. Ancora ben conservate sono le tre porte Brama Mostowa, Brama Zglarska e Brama Klasztorna. Una quarta, chiamata Krzywa Wieza, la trecentesca torre pendente, è stata adattata nell’800 ad abitazione.Deve la sua pendenze a un cedimento del terreno.


Torun - la casa pendente
La Casa Pendente

Tutte le chiese della città sono apprezzabili per la loro importanza storica e architettonica, ma la Cattedrale, dedicata ai santi Giovanni Battista e Giovanni Evangelista, è affascinante, oltre che per la sua imponenza, per la ricchezza artistica del suo interno e per una delle campane più grandi d’Europa: la Tuba Dei. Originaria del ‘500 è stata la più grande campana della Polonia fino all’installazione di quella della Cattedrale di Cracovia.

La Cattedrale è veramente un capolavoro gotico, iniziata nella prima metà del XIII secolo; al suo interno si conserva un vecchio fonte battesimale del ‘200 che servì, nel 1473, per il battesimo di Copernico.

Uno dei due simboli della città è proprio Copernico e lo si nota dalle innumerevoli statue con cui è decorato il centro storico. L’altro simbolo è rappresentato dai biscotti di pan pepato, di cui moli negozi della passeggiata sono fornitissimi.

Altre attrazioni importanti sono costituite dalla Casa e dal Museo di Copernico, che meritano un’attenta visita, mentre sarà molto piacevole passeggiare nel Rynek Staromiejski, la piazza del mercato della Città Vecchia, dominato dal Ratusz (il Municipio), forse il più bello della Polonia.

Anche una passeggiata lungo la Vistola vi offrirà un’atmosfera del tutto particolare e vi consentirà di osservare la città medievale da un altro punto di osservazione.


Escursioni nelle vicinanze

A circa 80 Km di distanza da Torun, possiamo visitare due singolari località, distanti tra loro solo circa quattro chilometri, che si chiamano Biskupin e Wenecja: due villaggi veramente unici, degni di un’attenzione particolare.

Biskupin

Questa piccola località con 300 abitanti in frazione di Gasawa, a circa 1 km dall’omonimo villaggio, è divenuta famosa per il suo Museo Archeologico a Cielo aperto. Biskupin è un sito archeologico e un modello a grandezza naturale di un insediamento fortificato dell’età del ferro in Polonia, chiamato “la Pompei del Baltico”. Il museo è situato su una penisola paludosa nel lago Biskupin, lo scavo e la ricostruzione dell’insediamento preistorico hanno avuto un ruolo strumentale nella coscienza storica polacca.

Lago di Biskupin

Il villaggio, abitato da tribù protoslave, occupava un’isola di circa 2 ettari al centro del lago ed era circondato da una doppia palizzata di forma ovale ripiena di terra, larga 3 metri e alta 6, con tanto di porta con torre e ponte che lo collegava alla terraferma.

Il sito è uno dei monumenti storici nazionali ufficiali della Polonia

Wenecja

Anche questa è una piccola frazione distante circa 4 km da Biskupin, famosa per il Museo della Ferrovia a Scartamento Ridotto.


Questa ferrovia, vecchia di quasi 120 anni, continua ancora ad essere funzionante con le sue vecchie e singolari locomotive e carrozze, unendo due località distanti tra loro circa 12 km, passando da Biskupin ed appunto da Wenecja


Wenecja-Stazione Museo a scartamento ridotto
Stazione di Wenecja

Sarà veramente divertente salire sule vecchie carrozze, munite ancora di vecchie stufe per il riscaldamento, visitare la vecchia sala d’attesa e poi farsi un piccolo giro anche solo di pochi chilometri, magari proprio fino a Biskupin, per provare a rivivere l’atmosfera di tempi passati.

La ferrovia è funzionante da Maggio ad Agosto; anche a Settembre solo però per raggiungere il villaggio di Biskupin

Vecchia sala d’attesa

Wenecja si pronuncia Venezia, proprio come la nostra città. Chi arriva però qui attratto casualmente da questo nome, non troverà ponti ,canali e bei palazzi in stile gotico, ma solo tre laghi con le rovine di un castello e tanti, tanti vecchi treni a scartamento ridotto, particolarmente interessanti e rari per gli appassionati di Fermodellismo.

Per eventuali contatti inviare email al seguente indirizzo: [email protected]


Precedente Cattaro - Una perla nelle Baie di Cattaro Successivo Corfù - Isola bella e affascinante come il suo omonimo capoluogo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.